Mercoledì 27 marzo
ore 18.30

Maria Cicconetti presenta il romanzo autobiografico “La foto che non c’è”

Stefano Termanini Editore

Con l’autrice interviene l’editore Stefano Termanini

Dall’infanzia scarna d’amore, attraverso una giovinezza difficile, fino all’età adulta e al perdono

Un’infanzia scarna d’amore, seguita da una giovinezza difficile e a tratti drammatica, fino all’età adulta, dove è la lezione del perdono a prevalere. Maria Cicconetti, chivassese e antropopranoterapeuta, ha affidato alla scrittura la sua storia, costellata da sofferenze, ma sempre narrata con spirito di riconoscenza verso la vita. Dai suoi ricordi nasce il romanzo d’esordio “La foto che non c’è”, che l’autrice presenta insieme con Stefano Termanini, editore.

La storia di Maria comincia in una piccola casa circondata dalla campagna del sud. Nata in una famiglia povera, all’età di quattro anni Maria viene abbandonata dai genitori e costretta a vivere diversi anni in collegio, lontano dagli affetti. Uscita dalla struttura per vivere con la nonna, a seguito di una violenza subita sarà accolta da una famiglia nel nord Italia, dove dovrà affrontare altro profondo dolore. Nell’attraversare le tappe della sua vita e nel riavvolgere il nastro dei ricordi, Maria si aggrappa all’immagine di una fotografia posta su un vecchio canterano nella casa dei suoi genitori, l’immagine di una bambina che sorride felice. Confortata da questo suo stesso sorriso e dai ricordi della bellezza della natura, Maria cerca di superare le prove difficili del suo destino e di acquistare, alla fine, la forza del perdono, accompagnata in età adulta dal marito e dall’amore per le sue figlie. Questa rigenerante forza del perdono Maria la trova dentro di sé, quasi imprevista; così come imprevisto sarà il suo dono: la capacità di alleviare i dolori delle persone e di guarirle stendendo le proprie mani su di loro.

Maria Cicconetti vive a Chivasso (To), dove svolge la professione di antropopranoterapeuta. La nonna materna di suo marito, Oscar Perino, era nata a Teo, frazione di Cabella Ligure, il borgo da cui alla fine dell’Ottocento emigrò Maria Gogna, la nonna di Papa Francesco, di cui Oscar è lontano cugino. In virtù di questa parentela, nel maggio 2017, Maria Cicconetti ha incontrato il Papa in udienza privata. Attualmente si sta dedicando a un nuovo libro che raccoglie, in forma anonima, racconti di esperienze di guarigione di cui è stata artefice grazie all’impiego della pranoterapia.

 

Vuoi acquistare questo libro?

Prenota e passa a ritirare in libreria
Basta scrivere a info@ilpontesulladora.it

prenota